1

Woofing: la nuova frontiera dell’ecoturismo

In molti sono alla ricerca di un’opportunità che permetta di viaggiare in tutto il mondo.

Possiamo inserire come possibilità per raggiungere quest’obiettivo, la partecipazione  al progetto portatato avanti dall’associazione WWOOF:  lavorare in aziende biologiche in tutto il mondo, facendo, quindi, esperienze a stretto contatto con la natura e culture differenti.

Si tratta di una forma di volontariato: vitto e alloggio in cambio di lavoro

USA WWOOF host

    WWOOF negli Stati Uniti

Cos’è il WWOOF

Il World-Wide Opportunities on Organic Farm (opportunità globali nelle fattorie biologiche) è un’organizzazione  non-profit nata nel Regno Unito nel 1971, ad oggi è presente in 132 paesi ed è la principale organizzazione di volontariato al mondo per l’ecoturismo.

Dal 1995  mette in contatto agricoltori e coltivatori locali con i visitatori per un’esperienza culturale ed educativa, incentrata sull’agricoltura biologica e sulla vita sostenibile.

WWOOF fa parte di un movimento mondiale che promuove uno scambio culturale ed educativo e costruisce una comunità globale consapevole dell’agricoltura ecologica e delle pratiche di sostenibilità.

I suoi obiettivi principali sono :

  • acquisire competenze pratiche in agricoltura biologica e giardinaggio
  • sperimentare la vita rurale condividendo la vita quotidiana del tuo ospite
  • promuovere il movimento biologico e sostenibilità
  • partecipare a uno scambio culturale
  • creare una rete all’interno del movimento ecologico
  • promuovere, informare ed educare all’agricoltura agroecologica e alla sostenibilità
  • presentare metodi ecologici come valide alternative
  • promuovere la solidarietà tra le persone e un’economia etica

WWOOF in Italia

Nel 1999 è nata l’associazione WWOOF Italia, che permette di mettere in contatto i viaggiatori (WWOOFers) e le aziende (Hosts) e di fornire loro una tessera associativa che rende possibile la presenza di lavoro volontario nelle fattorie e offre ai volontari la copertura assicurativa per gli infortuni e la responsabilità civile.

La lista WWOOF italiana include piccole aziende agricole biologiche e biodinamiche del nostro Paese e ad essa si affianca una lista internazionale (WWOOF International) che consente di entrare in contatto con le realtà di tutto il mondo e di partire per svolgere la propria esperienza di volontariato all’estero.

Il Woofing rappresenta un interessante progetto di sviluppo e valorizzazione di un turismo attento alla sostenibilità e volto all’ integrazione sociale e lavorativa. 

Ad oggi a livello mondiale vi sono 1024 fattorie biologiche che hanno aderito al WWOOF, di queste circa 700 sono italiane, e 1786 wwoofers che viaggiano per il mondo.

 

Per chi fosse interessato ad approfondire questo argomento, segnalo il link del sito dell’associazione WWOOF Italia

Fonti:

Greenme 

WWOOF Italia