Cos’è il turismo Accessibile o il Turismo per tutti?

Condividi:

Definizione di Turismo Accessibile

Negli ultimi decenni, da quando il turismo si è imposto come un bisogno primario in ambito sociale. Si sente sempre più spesso parlare di turismo accessibile.

Una definizione “statica” e univoca di accessibilità non esiste ma trattasi di un fenomeno in continua evoluzione

Quella più diffusa  considera il turismo accessibile o il cosiddetto “Turismo per tutti” come l’insieme di servizi e strutture che consentono a persone con bisogni particolari di trascorrere, una vacanza  appagante, senza ostacoli, in piena autonomia e con dignità

Chi sono i potenziali destinatari del turismo accessibile?

Vi sono differenti tipi di disabilità che possono essere temporanee o permanenti, congenite dalla nascita o che si presentano in un secondo momento

Fondamentalmente riconosciamo:

  • Disabilità fisica: persone sulla sedia a rotelle, mobilità ridotta ed uso di bastone o stampelle o altre condizioni come la poliomielite o malattie degenerative
  • Disabilità visive: cecità totale o ipovisione
  • Disabilità  dell’udito: persone sorde o con problemi di udito in genere
  • Disabilità intellettive: sindrome di Down, autismo o paralisi cerebrale etc

Altre condizioni:

Oggi, occorre includere un più ampio range di persone che hanno necessita di “bisogni speciali”.

Ad esempio  bisogna  prendere in considerazione alcune condizioni come la gravidanza, chi soffre di allergie, intolleranze alimentari  celiachia e gli anziani che spesso sono affette da più patologie.

Come organizzare un viaggio senza barriere.

Le barriere che si possono presentare per tale tipologia di turista sono differenti a seconda delle proprie condizioni .

Tra queste ne elenchiamo alcune:

  • Assenza degli scivoli e delle rampe e degli scivoli per le persone in sedia a rotelle
  • Assenza di un interprete della lingua dei segni per le persone con problemi di udito
  • Assenza dei menù nei ristoranti in lingua Braille per le persone non vedenti

Prima della partenza

Le persone con disabilità o condizioni particolari tendono a  scegliere la destinazione del viaggio in base al livello di accessibilità  che offre e non al prezzo.

Il primo ostacolo che si presenta durante la  pianificazione  è rappresentato dalle informazioni obsolete o comunque ambigue nel web.

Conviene rivolgersi ad agenzia di viaggio, Tour Operator e associazioni che sapranno indicare le strutture ricettive, le guide turistiche e consigliare su tutto ciò che è utile per trascorrere una vacanza serena.

Vi consiglio  il blog Italia Accessibileper sapere qualcosa in più ed essere sempre aggiornati riguardo questo tema.

Rate this post
Condividi:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Cookie policy