Consulente di viaggi: cosa fa e come diventarlo

Consulente di viaggi: cosa fa e come diventarlo
image_pdfScarica Versione PDFimage_print

Sebbene la recessione e questa pandemia abbiano colpito l’industria dei viaggi, hanno anche creato opportunità per coloro che sono disposti a lavorare sodo e con lungimiranza.

Il cosiddetto smart working è ormai un fenomeno conosciuto. Una professione che si ben adatta a questa tendenza, è sicuramente quella del consulente di viaggi.

Se attualmente lavorate in un altro settore e siete interessati ad aggiungere un’occupazione extra o se state pensando proprio di cambiare carriera (dopo accurate considerazioni) questo articolo può fare a caso vostro.
Vi descriverò in cosa consiste la figura del consulente di viaggi, fornirò alcuni spunti e consigli su come diventarlo

 Cosa fa un consulente di viaggi

Un consulente è una persona specializzata nell’aiutare i clienti a pianificare i loro viaggi e possono lavorare per conto di:

  • agenzie di viaggi,
  • tour operator,
  • hotel, 
  • compagnie aeree,
  • associazioni, consorzi..

 Indipendentemente da questo,  la funzione principale è sempre la stessa: i consulenti di viaggio sono le persone che aiutano  le persone a realizzare la loro vacanza da sogno.

Un consulente prenota i voli, gli hotel, i trasporti, aiutano a decidere cosa fare durante il viaggio e si assicurano di ottenere le migliori offerte. Solitamente sono specializzati in una o poco più destinazioni.

La caratteristica che spesso la differenzia dalla figura del tradizionale agente di viaggi  è soprattutto il modus operandi. Un consulente di viaggi lavora fondamentalmente online e se possibile, incontra personalmente i potenziali clienti a casa loro o in altri luoghi, previo appuntamento.

Come diventare consulente di viaggi

Non esiste una via unica per diventarlo ma differenti percorsi e scelte da affrontare per raggiungere questo obiettivo. Continuando a leggere l’articolo comprenderete meglio queste parole.

Requisiti

 Inizio questo paragrafo parlando, più che della formazione tecnica, delle abilità personali secondo me importanti da possedere in questo lavoro:

  • Eccellenti capacità comunicative e interpersonali,
  • Buona capacità d’ascolto e comprensione delle necessità del (potenziali) clienti
  • Ottima organizzazione e gestione del tempo
  • Un interesse  costante per le ultime notizie sui viaggi le tendenze e gli sviluppi del settore.

Formazione per diventare consulente di viaggio

Passiamo adesso allo step della formazione tecnica.
Anche il consulente viaggi, come un agente, per essere credibile e conquistare la fiducia dei (potenziali) client deve essere preparato sulla geografia, destinazioni, le attrazioni, usi e costumi la logistica e molto altro (leggete quest’articolo  sulla professione di agente di viaggi per approfondire)

Se siete solo dei semplici appassionati di viaggi e vi piace organizzarli, potete iniziare la vostra formazione svolgendo queste semplici  ma utili azioni:

  • visitare siti web di viaggi e notizie dal settore turistico 
  • procurarsi i cataloghi (anche online) di diversi T.O (specializzati in differenti destinazioni), delle compagnie di crociera, di catene alberghiere, etc.

Come iniziare la professione

Fondamentalmente vi sono due vie per intraprendere la professione di consulente di viaggi:

  • Rivolgendosi ad un’agenzia fisica della tua zona e iniziare una collaborazione. Se hai pochissime conoscenze del settore ti consiglio di seguire un corso o uno stage per apprendere le nozioni  più importanti. Vi metteranno a disposizione software specifici  per creare pacchetti viaggi, prenotazioni hotel, aereo etc.
  • Rivolgendosi ad un network online che propone il ruolo di consulente di viaggi. Ne cito qui alcuni tra i più noti (potete  suggerirmene altri): 

Solitamente per potersi “affiliare” a queste agenzie di viaggi bisogna  corrispondere una quota una tantum o periodica. Fatto ciò, si potrà usufruire di diversi servizi e “strumenti di lavoro”

Generalizzando, l’offerta il più delle volte prevede:

  • sito vetrina personalizzato e altri strumenti di(web) marketing
  • software e portali di prenotazione
  • Percorsi di Formazione sulle diverse tematiche importanti per svolgere la mansione

Quanto guadagna un Consulente di Viaggi

Prima di tutto bisogna sottolineare che trattasi di un lavoro autonomo  e imprenditoriale. Decidi tu quanto tempo dedicare questa attività, se pienamente, partime o saltuariamente.

Andando nei dettagli, un’agenzia viaggi, svolgendo un ruolo da intermediario, è solita ricevere dai T.O, Hotel etc una commissione che va dal 10 al 15%  sui prodotti /servizi che vende.
L’agenzia viaggi  eroga il più delle volte, come compenso al consulente, almeno il 50% della commissione.  Facciamo un esempio molto lineare:

  • Se un consulente viaggi vende un pacchetto viaggi a Euro 1000 euro, l’agenzia viaggi riceve 100 euro come  commissione dal fornitore/i dei servizi. Al  consulente spetterà almeno la somma di Euro 50 

Le provvigioni possono cambiare a seconda del servizio – prodotto venduto e dalla mole delle vendite.

Sicuramente , rispetto ad aprire un’agenzia di viaggi fisica, i vantaggi di intraprende la carriera di Consulente di Viaggi si notano soprattutto nelle spese  e nelle incombenze burocratiche da affrontare, (canone affitto, software, assicurazioni, licenze, presenza Direttore Tecnico

Però , la scelta  di diventare Consulente di Viaggi non è da prendere sottogamba.  È una decisione seria e ci sono molti fattori da considerare.

 Se sapete poco e nulla del settore viaggi,  iniziate a documentarvi e formarvi, a prescindere che la vostra futura “agenzia viaggi madre” riservi la frequenza do corsi agli affiliati.

Una raccomandazione: non vi aspettate risultati e guadagni immediati ma ci vuole tanto impegno per creare un pacchetto di clienti affezionati che si fidino di te e che non siano solo parenti e amici.

 

Concludo con un’ultima considerazione. A detta di moltii consulenti di viaggio sono persone non esperte che svolgono questa mansione come secondo o addirittura terzo lavoro, comunque, senza una preparazione adeguata. Quest’affermazione è veritiera in parte e vale sempre la frase “dipende”. 

Il consulente può essere un appassionato del settore che magari in passato ha organizzato viaggi per la famiglia, amici  e presume di farlo per gli altri, ma anche un ex agente di viaggi con esperienza a alle spalle. Sta al potenziale cliente valutare le reali competenze e se fidarsi o meno.

Pagina di Appunti Turismo
Gruppo di Appunti Turismo su Facebook
Iscriviti alla News Letter per rimanere aggiornato sull'uscita dei bandi e altre notizie                                           Metti il follow alla nostra Pagina Instagram

Se vuoi collaborare con Appunti Turismo, scrivere un articolo, seguire un corso online, richiedere una consulenza in webmarketing & SEO,  o qualsiasi altra cosa di cu hai bisogno, compila il form

image_pdfScarica Versione PDFimage_print

Walter Nesci

Direttore Tecnico Agenzia Viaggi - Esperto Web Marketing Turistico. Leggi il mio profilo completo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.