1

Come imparare un inglese basilare grazie ad un corso

Non importa che si tratti del week end fuori porta o della vacanza più lunga: quando ci si reca all’estero, è importantissimo conoscere le lingue.

L’inglese, parliamoci chiaro, è il punto di partenza e rappresenta un prezioso alleato in quasi tutti i Paesi.

Purtroppo, a tante persone è capitato di rendersi conto di non padroneggiarlo a sufficienza. Da diversi anni ormai, si studia fin dai primissimi anni di approccio con la scolarizzazione.

Chi ha già qualche capello bianco, non ha avuto modo di familiarizzare con la lingua da giovanissimo. Per questo, da adulto, ha spesso delle lacune che vanno colmate non solo per motivi professionali ma anche per evitare di trovarsi in situazioni imbarazzanti quando, come poco fa ricordato, si fa un viaggio.

Come imparare l’inglese a livello basilare

Nel momento in cui si decide di imparare l’inglese a livello basilare, è opportuno mettere in primo piano un approccio metodico. Innanzitutto, è bene tenere chiarire gli obiettivi. Ciò significa, per esempio, mettere nero su bianco quello che si vuole imparare.

Per chiarire meglio la situazione, ricordiamo che un obiettivo ragionevole può essere la padronanza di una conversazione base con richieste relative all’ubicazione dei luoghi di una città, per non parlare della comprensione delle eventuali spiegazioni relative alla storia di questi ultimi.

Inoltre, sempre in merito agli obiettivi, ci si può porre quello di imparare ogni giorno un determinato numero di vocaboli.

Come scegliere il corso giusto

Non importa che si parli di scuola inglese Roma o di realtà formative attive in altre città: cercare i riferimenti per un corso nel momento in cui si valuta il fatto di imparare l’inglese a livello basilare è fondamentale.

Naturale, ovviamente, è chiedersi come scegliere il corso giusto. Un criterio essenziale è la presenza di insegnanti madrelingua.

Il motivo per cui è meglio focalizzarsi su queste figure professionali riguarda il fatto che sono in grado più di chiunque di avviare i discenti all’apprendimento naturale della lingua.

In cosa consiste? In un processo per step in cui, partendo dall’ascolto, si familiarizza prima con la pronuncia, con i suoni. Successivamente, arriva il momento di guardare ad aspetti come la grammatica.

Grazie a questo approccio, che come sicuramente avrai compreso non ha nulla di differente dal percorso che qualsiasi bambino fa nel momento in cui impara a parlare e a comunicare partendo dall’ascolto di quello che sente dai genitori, si ha modo di utilizzare la lingua proprio per la sua funzione primaria: esprimere delle esigenze e fare in modo che gli altri le comprendono. In un secondo momento, come già ricordato, si può affinare la situazione.

 

Un altro criterio da prendere in considerazione nel momento in cui ci si chiede come scegliere il corso di inglese perfetto per acquisire le competenze base della lingua riguarda la possibilità di frequentare online.

Oggi come oggi, siamo abituati a pensare all’e-learning come a un’opportunità per prevenire il contagio da SARS-COV-2 e come una strada valida per risparmiare.

Nel momento in cui lo si rapporta all’apprendimento delle lingue, è bene specificare che, in una situazione come quella delle lezioni online, chi si trova a disagio a parlare davanti ad altre persone può bypassare un problema non indifferente e, nel contesto dell’interazione esclusiva con il docente, iniziare a familiarizzare con la lingua senza fatica.

Concludiamo facendo presente che, grazie alle lezioni di inglese online, si ha anche modo di fare più domande al docente e di essere da lui corretti in caso di errori, opportunità che, oggettivamente, non si hanno nel momento in cui si frequenta un corso con altre persone.




Location per matrimoni ed eventi a Reggio Calabria: Le Saline Resort

Le Saline Resort  è la location perfetta per organizzare il tuo evento a Reggio Calabria.

Puoi festeggiare  il tuo matrimonio, compleanno, una comunione, un meeting di lavoro in una cornice che ha come sfondo lo Stretto di Messina e l’Etna.

Matrimoni

Vivi il tuo giorno più importante  con  leganza e stile: la professionalità dello staff renderà il matrimonio un’esperienza indimenticabile  e ricca di preziose emozioni.

Avrai a disposizione tantissime opzioni per personalizzare il tuo giorno speciale. Tra i possibili servizi, ricordiamo :

  • Open Bar
  • Sommelier
  • Fioraio e allestimenti extra 
  • Servizio auto da cerimonia
  • Animazione
  • Giochi pirotecnici

Matrimonio a bordo piscina

La piscina e l’affaccio sul Mar Ionio , renderanno esclusivo il tuo matrimonio. 

La piscina funge da palcoscenico  perfetto per le “coreografie” eleganti e un gioco di luci riflesse nell’acqua.

Un ricevimento a bordo piscina sarà un ricordo che rimarrà indelebile per i tuoi ospiti 

Ristorante

tavolo apparecchiato e con cibo a buffet

Inutile negarlo ma un “ingrediente” fondamentale per la buona riuscita di un matrimonio (e di un evento in generale), è rappresentato dalla qualità dei piatti serviti.

Il nostro staff è sempre disponibile a  “disegnare” ogni dettaglio. Ti verranno proposti diversi menù personalizzabili, basati su prodotti stagionali e locali per garantire sempre la massima qualità

Rito Civile a Le Saline Resort

Il Rito Civile non è meno importante della celebrazione del matrimonio in Chiesa e merita di essere organizzato con la medesima accuratezza dei dettagli.

Sposarsi in una location evocativa è il sogno di ogni coppia.

Matrimonio in Spiaggia in Calabria

Le Saline Resort con la sua spiaggia, una splendida vista, e altri ampi spazi outdoor può rappresentare un’opzione da prendere in considerazione.  Rendi il tuo giorno più importante,  speciale, indimenticabile ed estremamente romantico. 

Meeting e ad altri eventi 

Alle Saline Resort puoi organizzare:

  • meeting di lavoro,
  • cene di gala, celebrare
  • compleanni
  • anniversari
  • addio al nubilato/celibato
  • qualsiasi altro evento per celebrare un’occasione speciale

La vista sullo Ionio, la piscina, creano un’atmosfera magica

Insieme al nostro responsabile banqueting, puoi personalizzare e progettare il tuo evento per renderlo unico e allineato alle tue esigenze.

Per tutte le informazioni, telefonare al 351 0475455 o inviare un’email a banqueting@casualife.it




Puzzle di Bordo: scopri il nuovo progetto turistico Italiano

 In questo periodo di pausa forzata, la parola d’ordine è “ripartenza”. Nel  settore turistico, parola più azzeccata non c’è. Le persone hanno voglia di partire, di allontanarsi ,anche se per un breve periodo, dalla monotonia e dallo stress della quotidianità. 

Navigando in internet e giorovagando tra i social , ho potuto notare che in questo periodo  molti professionisti non si son persi d’animo e stanno portando avanti  nuovi  progetti molto interessanti. Tra questi, vorrei presentarvi Puzzle di Bordo.

Per comprendere al meglio il progetto mi son messo in contatto con i loro ideatori e abbiamo organizzato una riunione su Zoom.

 Adesso, passo la parola a loro.

Puzzle di Bordo: cos’è e mission

   Lara di Puzzle di Bordo

Puzzle di Bordo è un nuovo progetto turistico Italiano realizzato per promuovere le relazioni tra Viaggiatori, Professionisti Turistici, Strutture Ricettive e Associazioni.

La Mission è quella di  promuovere lo sviluppo del settore turistico italiano ed Internazionale, valorizzando le collaborazioni aziendali e commerciali nel settore turistico.

 

Come funziona

Il viaggiatore attuale, ancor di più nel periodo (post) Covid 19, desidera e vorrà:

  • muoversi in modo pratico, veloce e sicuro, attraverso un rapporto diretto sia con il professionista turistico sia con la struttura ricettiva 
  • essere assistito senza però dover dipendere da vincoli progettuali o legati a località turistiche. Ricerca un tipo di viaggio semplice ma dinamico, attivo e genuino con un buon rapporto tra qualità e prezzo. Non accetta maggiorazioni di prezzo dovute ai servizi di intermediazione.

Per il viaggiatore

Con Puzzle di Bordo il viaggiatore può consultare centinaia di siti web riguardanti la promozione turistica e i suoi  interessi, avendo la possibilità di:

  • consultare offerte di viaggi in specifiche destinazioni
  • ricercare i professionisti turistici e le strutture ricettive
  • pubblicare richieste viaggio personalizzate e ricevere i preventivi dal professionista iscritto senza alcuna commissione.

Per il professionista

Con Puzzle di Bordo il Professionista Turistico, pubblica in totale autonomia le programmazioni Viaggio, le offerte per alloggi, visite, attività  e servizi con le tariffe che desidera.

Senza commissioni

Puzzle di Bordo non applica nessuna commissione.

Tutti gli acquisti avvengono direttamente sui canali digitali del professionista turistico o della struttura ricettiva (nessun booking interno, link diretto al sito web dedicato)

Attraverso l’area riservata ai professionisti si possono pubblicare tutti i contenuti del sito web, tra cui Pubblicazione Viaggi, Offerte B2B, Offerte B2C, consultazione Bacheche Richiesta Viaggio B2B e B2C per contattare il cliente ed offrire la propria proposta

Vuoi aumentare la tua visibilità ed avere più clienti? Iscriviti in www.puzzledibordo.online e scopri tutti i vantaggi.

Prenota una video call per vedere il funzionamento e usa il codice wn12pdb

Ti aspettiamo a Bordo!




Social Media Manager: perche ne hai bisogno

In un momento storico in cui le persone, non potendo viaggiare, sono costantemente online, una buona presenza digitale e una reputazione positiva sui Social Media è fondamentale.
Ma come far combaciare le normali attività di gestione di un’azienda nell’ambito turistico con la cura del proprio Brand? Non è facile a dirsi, tantomeno a farsi!

Sono tanti, gli imprenditori che, non avendone il tempo,  si affidano al nipote, al commesso, all’amico del figlio perché capaci di “smanettare sul computer

 Purtroppo “saper smanettare al computer” non è un requisito sufficiente per valorizzare al meglio l’immagine e il valore di un brand aziendale sul web.
Anzi, affidarsi a delle persone inesperte nel settore, anche se inizialmente potrebbe apparire una scelta economicamente conveniente, rischia di compromettere in modo grave la reputazione aziendale.

La nascita della tua azienda e  i Social

L’hai sognata, desiderata, non ci hai dormito tante notti.
Hai fatto cose giuste, cose un po’ meno giuste, ti sei fidato, hai temuto, hai fatto mille domande in giro. Poi sei partito, dedicando tutti  i giorni la massima attenzione verso ogni singolo aspetto della tua attività. Presente sempre, anche quando  pur avendo  delegato  alcuni aspetti della tua attività a persone di fiducia hai poi voluto controllare tu stesso.

Qualcuno, poi, ti ha detto: “Crea una pagina Facebook”. E tu ci hai provato ma hai visto che ci vuole tempo, quasi lo stesso di quello che normalmente impieghi per il tuo lavoro. E allora cosa hai fatto? Hai affidato a qualcun altro la gestione di quella tua pagina e la scelta l’hai fatta perché hai visto che quel nipote o il tuo commesso o l’amico di tuo figlio sono su Facebook e spesso pubblicano foto o canzoni.

Il tuo profilo

Il tuo profilo sui social è il risultato della tua anima, della tua essenza, dei tuoi valori, della tua mission. Sui social trasmetti le tue idee. Trasmetti il sogno iniziale e tutto il percorso che hai effettuato per arrivarci. Mostri i tuoi risultati, la tua struttura, il tuo ufficio e, parlandone, li accarezzi con gli occhi, pieno di orgoglio, come faresti con un figlio.

Dopo tutto il lavoro che hai fatto per farlo nascere, crescere, acquisire credibilità agli occhi dei tuoi clienti, ora affidi la vetrina sul mondo della tua azienda a chi non ha competenze? Hai scelto personalmente anche le mattonelle del pavimento del retro del tuo magazzino e ora ti affidi al primo che capita?

Cosa fa un Social Media Manager per la tua azienda

Un social media manager è fondamentale per

  • descrivere fin dal più piccolo particolare chi sei, qual è il tuo scopo e qual è il tuo posizionamento.
  • fidelizzare i clienti attuali attraverso azioni mirate di marketing.
  • farti scoprire da nuovi clienti attraverso sponsorizzate Facebook e Google.

Hai bisogno di una Social Media Manager per trasformare tutto questo in fatturato

Un social media ti aiuta a valorizzare la tua unicità

Innanzitutto, una Social Media Manager vuole conoscerti, parlare con te, per  essere il tuo braccio destro, perché se tu “gestisci” la vetrina reale, lei ti deve gestire quella virtuale.

Insieme a lei riconoscerai la tua unicità e i tuoi punti di forza, affinché possano essere usati e valorizzati al meglio. E poi costruirà una strategia che ti calzerà come il miglior vestito che indossi.

Diegnerà una strategia, che ti calzerà a pennello, sarà costituita da tre punti fondamentali:

  1. Obiettivi:

cosa vuoi ottenere, i tuoi bisogni, le tue esigenze, perché sei unico e perché dovrebbero venire da te.

  1. Target:

l’individuazione del tuo target di riferimento è importantissimo per la Social Media Manager. Dovrà infatti regolarsi, in base al tuo Buyer Persona, per la costruzione dei contenuti e delle campagne.

  1. Contenuti:

individuato il target

  • scriverà  argomenti interessanti e utili per l’azienda/attività
  •  sceglierà la piattaforma social più idonea sulla quale  puntare maggiormente;
  • sceglierà quando postare, conoscendo le abitudini del pubblico.

Le competenze di un SMM

La decisione di affidarsi ad un Social Media Manager deve essere, pertanto, valutata attentamente poiché, soprattutto in un momento storico come questo, lei può essere la soluzione a tutte le tue necessità.

Ma andiamo a vedere insieme quali sono le sue competenze:

  • La conoscenza dei principali Social Media e delle principali piattaforme di web marketing, con tutte le caratteristiche e le opportunità che offrono.
  • La capacità di analizzare i dati e agire di conseguenza.
  • Tanta, tanta creatività nell’adattare i contenuti delle sue comunicazioni in base al target di riferimento, che insieme a te ha identificato.

Come vedi, sono tante le attività che un SMM può fare per te, basta solo prendere la decisione di voler dare una svolta alla tua attività.

Se pensi che un SMM sia la persona di cui anche tu hai bisogno, contattami, senza impegno, mandando una email a:

michelalobosco1@gmail.com




SEO copywriting per il turismo: intervista a Selene Scinicariello, blogger e content editor

Il binomio copywriting e turismo è diventato negli ultimi anni sempre più importante: le parole, infatti, sono capaci di attirare, emozionare e convincere.

Il potere del Web, inoltre, ha sottolineato ancora di più come contenuti unici, interessanti e aggiornati debbano essere parte integrante di una strategia di promozione turistica. Le possibilità offerte della Rete si moltiplicano quasi quotidianamente e il SEO (Search Engine Optimization) copywriting, cioè una scrittura ottimizzata per i motori di ricerca, è uno strumento fondamentale per aumentare la visibilità, ad esempio, di strutture alberghiere, agenzie viaggi e destinazioni turistiche.

Selene Scinicariello - Viaggichemangi.itOggi parliamo con Selene Scinicariello, blogger e content editor specializzata in SEO copywriting per il turismo, per capire come la scrittura può essere un’occasione da non perdere per il settore Viaggi.

Chi è professionalmente Selene Scinicariello?

Sono laureata in Lettere Moderne e in Comunicazione e Culture dei Media e ho frequentato un Corso di Perfezionamento in Innovazione Digitale per i Beni e le Attività Culturali.

Dal 2017 gestisco Viaggi che mangi, blog dedicato ai viaggi di coppia e all’enogastronomia dei territori.

Da quando ho aperto il mio sito web ho iniziato a collaborare con diverse realtà del settore Viaggi scrivendo per altri portali, blog e magazine.

Oggi lavoro come web content editor freelance specializzata nel settore Travel e in quello Food, ma scrivo anche di Social Media, Cinema e Letteratura.

Nel frattempo continuo a gestire Viaggi che mangi attraverso il quale collaboro con diverse realtà del settore e che tutt’oggi continua a essere la principale vetrina per attrare nuovi clienti per la mia attività di copywriter.

Quanto il SEO copywriting può essere utile per il mondo del turismo?

Il SEO copywriting è una grandissima opportunità per il settore turistico che purtroppo ad oggi non è sempre sfruttata adeguatamente.

La SEO è uno strumento fondamentale per ottenere il massimo dalle potenzialità offerte dei motori di ricerca. Un sito ben costruito e i cui contenuti siano stati studiati appositamente per piacere a Google tanto quanto per essere utili agli utenti, infatti, riuscirà a intercettare le domande che quotidianamente vengono digitate sul motore di ricerca presentandosi come risposta e soluzione.

In questo modo, comparendo tra i primi risultati della SERP (la pagina dei risultati), non solo si genereranno nuove visite al proprio sito, ma si intercetteranno nuovi possibili acquirenti. Questi, se troveranno nel sito contenuti interessanti e utili, si trasformeranno prima in utenti fidelizzati e, possibilmente, in un secondo momento, in veri e propri clienti.

Il lavoro del copywriter deve aiutare a (ri)definire l’identità di un’azienda, di una struttura o della destinazione, produce contenuti aggiornati e utili per l’utente interessato a visitare una determinata meta, sfrutta i canali digitali per comunicare valori e servizi distinguendoli e rendendoli unici rispetto alla concorrenza e si impegna nella creazione di nuovi contatti.

Nel settore turistico ciò si deve concretizzare in un sito web chiaro e facilmente fruibile, magari multilingua, con un blog costantemente aggiornato che permetterà di spaziare tra più argomenti che fanno da contorno all’attività principale attirando così sempre più utenti e potenziali clienti. Il sito dev’essere corredato da alcuni profili social (Instagram e Facebook soprattutto) da utilizzare come strumenti diretti che coinvolgano “in tempo reale” ed emotivamente.

Faccio un esempio. Il sito web di un hotel deve essere il più intuitivo possibile, al suo interno devono essere facilmente individuabili i contatti e i servizi, il blog, invece, sarà lo strumento fondamentale per parlare della destinazione, delle cose da fare e da vedere sul posto e nei dintorni, mentre i social media saranno i mezzi attraverso cui rafforzare il rapporto con gli utenti.

All’importanza della scrittura si deve sempre affiancare quella delle immagini: foto e video, oggi, sono un corredo fondamentale alle parole per far sì che le emozioni possano scaturire spingendo l’utente ad aver sempre più voglia di scoprire proprio quella destinazione. Storytelling e strategia Visual devono muoversi di pari passo.

Chi è un Travel Blogger e cosa fa davvero?

Come dicevo all’inizio, la mia attività come web content editor freelance prende il via dal mio lavoro di Travel Blogger.

Oggi questa figura viene spesso confusa con quella dell’Influencer, ma ci tengo a sottolineare che si tratta di due cose completamente distinte.

Il Travel Blogger, infatti, gestisce sempre un blog, l’Influencer, invece, sfrutta i social media (Instagram in particolar modo) come canali di comunicazione. Il blogger può comunque utilizzare i social, ma non perde mai di vista il proprio blog.

Detto questo, il Travel Blogger sfrutta il web per creare contenuti utili agli utenti che cercano informazioni su una determinata località: sul proprio sito web, infatti, racconta le proprie esperienze ispirando e aiutando chi legge nell’organizzazione del proprio viaggio.

Su Viaggi che mangi, ad esempio, si trovano itinerari di viaggio, piccole guide, percorsi enogastronomici da seguire, curiosità su territori, cibi e tradizioni.

La figura del Travel Blogger, oggi, può essere sfruttata all’interno una strategia di comunicazione da parte di aziende, agenzie, strutture e destinazioni turistiche per veicolare messaggi ed esperienze.

Ringrazio Selene per la chiacchierata  e vi invito a visitare le sue pagine personali.  Contattatela per chiederle altre curiosità, informazioni e perchè no, anche per collaborazioni. 

Facebook 

Instagram

Linkedin

Twitter




Movability: formazione nel settore della mobilità sostenibile

Un catalogo formativo inedito e al passo con i tempi. Movability è la prima scuola di futuro in Italia che forma professionisti nei settori più innovativi della mobilità, dei trasporti e del turismo sostenibile.

Cos’è il Progetto Movability

Il progetto è stato ideato da SIMTUR, Società Italiana Professionisti della mobilità e del turismo sostenibile. 

L’associazione opera nell’interesse collettivo e si occupa di formazione e ricerca scientifica e metodologica. Impegnata su tutto il territorio nazionale, svolge diverse attività educative e divulgative.

Movability nasce con la missione di formare persone che hanno a cuore il miglioramento della qualità della vita e la conversione ecologica in tutti i settori del paese.

Movability e formazione

I tre ambiti di specializzazione dei corsi e delle masterclass, svolti in presenza, a distanza e blended, si suddividono in:

  • Progettare la mobilità: una mobilità pulita, efficiente, connessa e condivisa;
  • Ecomobility: mobility manager per nuovi stili di vita nelle città;
  • Viaggiare sostenibile: turismo responsabile verso i paesaggi e le comunità.

Attorno a Movability ruota una community nazionale di esperti oltre che una consolidata partnership con Università, ITS e Centri di ricerca per garantire la formazione e l’aggiornamento professionale attraverso una didattica innovativa.

Metodi, materiali e contenuti dei corsi sono costantemente aggiornati da una specifica commissione, permettendo agli specializzandi di essere orientati nel miglior modo possibile in un settore in continua evoluzione.

Consultando il catalogo corsi movability dell’anno accademico in corso.




Coronavirus: LavoroTurismo dà voce ai protagonisti del settore turistico

La Pandemia Covid-19 ha sconvolto (e continua a farlo)la nostra quotidianità. Nessuno poteva prevedere la sua veemenza e le conseguenze nella sfera della socialità e dell’economia . Ormai, distanziamento sociale e lockdown sono diventati termini comuni a tutti.

Logo LavoroTurismoIn questo periodo, soprattutto, si parla come tutto ciò influisce il mondo del lavoro. LavoroTurismo , nella scorsa primavera ha portato avanti un sondaggio per delineare il comportamento, l’umore , i timori degli imprenditori e dei lavoratori. Ha coinvolto circa 1400 lavoratori e 400 imprenditori .Qui i risultati della ricerca 

Dopo un breve  apparente “periodo di tregua”, la pandemia si è ripresentata ed è tornata a falcidiare la sfera professionale di migliaia di lavoratori e imprenditori del settore.

LavoroTurismo vuole dare ancora voce a loro, in particolare, per  analizzare come  è andata l’estate 2020 e ipotizzare come sarà il futuro, superato questo periodo nefasto.

Per essere più precisi, vi sono due sondaggi distinti , dedicato a due categorie professionali:

AppuntiTurismo, media partner di LavoroTurismo, vi riporterà i risultati di quest’analisi, importanti per la ripartenza e la rinascita del settore turistico.




SharryLand, alla ricerca delle meraviglie d’Italia

 

In questo post vi presento SharryLand, una startup nata dall’idea di  imprenditori veneti; una vetrina per il turismo sostenibile, incentrata sulle realtà locali.

Dopo aver esplorato, analizzato e compreso il “meccanismo” alla base , posso dire che il progetto mi ha positivamente colpito.

Non solo un’app

Il leitmotiv e l’obiettivo principale che si prefigge SharryLand  è quello di mappare le “meraviglie” d’Italia

Non è una semplice app per che chi cerca e chi offre esperienze di qualità. Al centro del progetto vi è una community dove si individuano, condividono, si raccontano i luoghi e attrazioni che sono solitamente  esclusi dai classici circuiti turistici.

Mette in contatto chi segnala “le meraviglie d’Italia” con chi le vuole vivere appieno. Si ha l’opportunità di creare infinite possibilità di connessione e incontro nella realtà.

Esempi di “meraviglie” che potete trovare su Sharryland sono una visita guidata a un sito archeologico, imparare a fare il miele da un apicoltore, passeggiata tra i boschi e molto altro.

Ma perché  limitarsi all’immaginazione?  Nell’home page di Sharryland potete vedere gli  itinerari, le attività proposte dalla ” # gente di Sharryland

Utile strumento per i professionisti del settore

Sharryland non utile solo ai turisti/escursionisti ma anche ai professionisti del territorio.

Le guide turistiche, naturali, enagastronomiche ma anche associazioni, enti e comuni possono far conoscere e diffondere i propri eventi e percorsi culturali.

A propria disposizione  si hanno strumenti per gestire calendari, prenotazioni e per essere visibili grazie alla condivisione e alle recensioni.

Vi invito da approfondire il progetto e perchè no, anche a registrarvi, unirvi all community, condividere e far da megafono delle meraviglie d’Italia.

Scarica l’app di SharryLand :