Cos’è il turismo Accessibile o il Turismo per tutti?

 

Diegno che illustra differenti tipi di turista accessibile

 

Definizione di Turismo Accessibile

Negli ultimi decenni, da quando il turismo si è imposto come un bisogno primario in ambito sociale , si sente sempre più spesso parlare di Turismo accessibile.

Una definizione “statica” e univoca di accessibilità non esiste ma trattasi di un fenomeno in continua evoluzione. Oggi, quella più comune considera il turismo accessibile o il cosiddetto “Turismo per tutti” come l’insieme di servizi e strutture che consentono a persone con bisogni “particolari” di usufruire di un sistema  turistico che  gli faccia trascorrere  una vacanza in modo appagante, senza ostacoli e in piena autonomia.

Chi sono i potenziali destinatari del turismo accessibile?

A primo acchito si potrebbe pensare che gli utenti del turismo accessibile siano esclusivamente coloro che sono affetti da una disabilità (permanente o temporanea) motoria,sensoriale o cognitiva.  Oggi, occorre includere un più ampio range di persone che hanno necessita di “bisogni speciali”.

Ad esempio, possiamo includere le persone che soffrono di allergie o intolleranze alimentari, i cardiopatici, persone con malattie metaboliche (diabete, gotta, ecc.), i trapiantati e gli anziani che spesso soffrono di più e diverse patologie.

Vi consiglio  il blog Italia Accessibile, per sapere qualcosa in più ed essere sempre aggiornati riguardo questo tema.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *